Registrazione  |  Login

domenica, ago. 28 06.51

 
 

 
   
 
 
RiduciAnche gay è famiglia
 
   

 
 
 
RiduciBoicottaggio aziende omofobe#1
 
   

Share

Boicottaggio aziende omofobe#1

Tutto parte dall’applicazione I-tune omofoba tirata fuori dal quotidiano ilsecoloxix, da li una riflessione su come penalizzare le aziende che non pongono attenzione alle problematiche legate all’omofobia.

 

 

 

Boicottaggio attraverso segnalazioni da parte degli stessi utilizzatori del servizio/prodotto, questa potrebbe essere la risposta, quindi da questo post vorrei cominciare a segnalare i casi di omofobia ed i modi per combatterla.

Caso Applicazione I-tune

Mandiamo questa e-mail a :  contactus.it@euro.apple.com

è la mail che usano per i clienti dello store on-line in Italia, intasiamo la mail per protesta riguardo l’applicazione I-Tunes di  Exodus International che fornisce una serie di link, eventi che promuovono le “guarigioni dall’omosessualità” e le associazioni che divulgano ideologie omofobe.

Interessante articolo del blog “L’altra sponda” che ci dimostra che molte altre aziende hanno fatto la stessa cosa di Apple: http://altrasponda.blogspot.com/2011/03/verranno-dirvi-che-steve-jobs-e-wanna.html

 

 

PETIZIONE INTERNAZIONALE:

 http://www.change.org/petitions/demand-that-apple-remove-ex-gay-iphone-app#?opt_new=t&opt_fb=t

 

 

MAIL BOMBING VERSO LA APPLE

**COPIA E INCOLLA QUESTO TESTO**

Protesta per l’applicazione omofoba in I-Tunes di Exodus International

Alla c.a dell’Area Comunicazione & Marketing

Gentile Apple Inc., vorrei richiedere la rimozione all’interno del vostro Shop On line I-Tunes dell’applicazione della Exodus International ci chiara ispirazione Cattolica Integralista, che fornisce una serie di link, eventi che promuovono le “guarigioni dall’omosessualità” e le associazioni che divulgano ideologie omofobe.

L’applicazione di Exodus International vìola i seguenti articoli della Dichiarazione Universale dei diritti dell’uomo http://www.ohchr.org/EN/UDHR/Pages/Language.aspx?LangID=itn )

Articolo 1

Tutti gli esseri umani nascono liberi ed eguali in dignità e diritti. Essi sono dotati di ragione e di coscienza e devono agire gli uni verso gli altri in spirito di fratellanza.

Articolo 2

Ad ogni individuo spettano tutti i diritti e tutte le libertà enunciate nella presente Dichiarazione, senza distinzione alcuna, per ragioni di razza, di colore, di sesso, di lingua, di religione, di opinione politica o di altro genere, di origine nazionale o sociale, di ricchezza, di nascita o di altra condizione.

Articolo 30

 Nulla nella presente Dichiarazione può essere interpretato nel senso di implicare un diritto di un qualsiasi Stato, gruppo o persona di esercitare un’attività o di compiere un atto mirante alla distruzione di alcuno dei diritti e delle libertà in essa enunciati.

Questa applicazione rimanda a siti/eventi che promuovono ideali omofobi:

  • negazione dei diritti di genitorialità per le persone omosessuali (assegni familiari, unioni civili, coppie di fatto,adozione, procreazione assistita, surrogacy)
  • negazione dei diritti dei bambini nati da coppie omogenitoriali
  • istigazione alla cura farmacologica e psichiatrica per soggetti omosessuali (illegale in quanto l’omosessualità non è riconosciuta come malattia psichiatrica)
  • negazione dell’omosessualità come orientamento affettivo/sessuale

L’omofobia è la paura irrazionale verso le persone omosessuali,  su questo non possiamo discordare, l’esprimer delle opinioni contro gli omosessuali prive di fondamenti scientifici ed in disaccordo con la dichiarazione universale dei diritti dell’uomo è omofobia,  accettare tra i propri clienti società che divulgano questi messaggi è omofobia.

In attesa di un Vs gentile riscontro, vi porgo cordiali saluti

Valentina Vandilli

 

 

 

Tratto da ilsecoloxix on line e dalla prima pagina in carta stampata di oggi  22/02/11

 

 

Una “app” per guarire i gay E Apple non è più friendly

“Tre anni fa la Apple era stata dichiarata in un sondaggio come la compagnia più gay-friendly degli Stati Uniti, tenuto conto anche delle condizioni di assoluta eguaglianza con cui sono trattati i dipendenti omosessuali della casa di Cupertino.

Il bonus, però, rischia di intaccarsi definitivamente perché tra le “app” che è possibile scaricare da iTunes è comparsa nei giorni scorsi quella di Exodus International, un’associazione di cristiani conservatori degli Stati Uniti, che tra le sue basi statutarie ha quella di intervenire al fianco delle famiglie e degli individui «colpiti» dal «problema dell’omosessualità».

Secondo questa associazione si tratta di un problema che può essere affrontato attraverso la «verità e la grazia» e con tutta una serie di tecniche che possono avvicinare l’individuo a Gesù Cristo e a uno stile di vita diverso da quello «anticristiano» dell’omosessualità. Una sorta di rieducazione psicologica e religiosa.

Scaricare l’applicazione di Exodus Internation fornisce una serie di rimandi per trovare pubblicazioni, convegni, eventi tesi a superare il problema dell’omosessualità.

L’accoglienza da parte delle associazioni e di singole persone omosessuali non è stata certo calorosa, in Italia e all’estero: qualcuno nelle recensioni alla “app” parla di vergogna e disgusto per l’omofobia mostrata dall’associazione. Per contro sono parecchie anche le recensioni di segno opposto.

 

Share

 
 
 
RiduciUtenti in linea
 
   
Persone Online Persone Online:
Visitatori Visitatori: 2
Membri Iscritti: 0
Totale Totale: 2

Online adesso Online adesso:
 
 


Registrazione
Hai dimenticato la Password ?

 

 

Condizioni d'Uso  |  Dichiarazione per la Privacy  

 Copyright 2002 ZanardiGroup Corporated